La Belluno-Feltre ha un cuore verde

Tutte le informazioni sull'evento

Article
logo mezzamaratona icona

La Belluno-Feltre ha un cuore verde

Belluno, 26 febbraio 2011 – Lo spettacolo della corsa, ma anche una grande festa del territorio. La Belluno-Feltre – presentata ieri sera all’Albergo “Al Moro” di Mel, con l’azzurro Gabriele De Nard tra gli ospiti d’onore – si prepara a rinnovare il fascino di un evento che, nato solo nel 2008, si è già ritagliato uno spazio nel cuore di moltissimi appassionati.

Belluno-Feltre è, innanzitutto, la gara dei campioni, con un doppio poker di stelle che, domenica 6 marzo, si contenderanno il podio. Tra le donne, l’azzurra Deborah Toniolo, argento a squadre nella Coppa Europa di maratona a Barcellona 2010, Laura Giordano, tricolore di maratona 2009 e bronzo 2010, Monica Casiraghi, fuoriclasse delle lunghe distanze, e la bellunese Sonia Lorenzi, su cui si appunterà il tifo locale.

In campo maschile, l’italo-marocchino Said Boudalia, alla ricerca della prima vittoria alla Belluno-Feltre dopo il bronzo del 2008 e l’argento del 2010, il nazionale austriaco Markus Hohenwarter; il marocchino Abdelkrim Kabbouri, recentemente primo alla maratona di Napoli, e il bolognese Rudy Magagnoli.

Un traguardo, tanti traguardi. Belluno-Feltre, quest’anno, sarà la tradizionale prova in linea sui 30 km che, con partenza alle 10 dal cuore di Belluno, condurrà gli atleti a toccare sette Comuni, con il corso del fiume Piave a tracciare idealmente la rotta (arrivo a Feltre in via Campogiorgio).
Ma sarà anche un’inedita prova a staffetta (3×10 km), a carattere non competitivo, alla quale si sono già iscritte circa 65 squadre. In più, un evento dedicato al Nordic Walking, il 3° Trofeo Lafuma, con partenza da Anzù e arrivo Feltre (12,5 km). Sarà la prima tappa dell’edizione 2011 di Nordic Walking in Tour.

Valida come 3a prova di Trivenetorun, la Belluno-Feltre è organizzata dal Gs La Piave 2000, in collaborazione con Maratona di Treviso Scrl, l’Atletica Fiori Barp e il Comitato Provinciale della Fidal. Ma l’evento sarà caratterizzato dall’ampio e festoso coinvolgimento del mondo dell’associazionismo locale. Iscrizioni aperte sino al 3 marzo. Da atleta o da spettatore, peccato mancare.

Belluno, 10 febbraio 2011 – Trenta chilometri di rispetto per l’ambiente. La Belluno-Feltre, quest’anno, avrà un cuore verde. Gli organizzatori del Gs La Piave 2000, insieme alle tante associazioni coinvolte nell’evento, lanceranno un messaggio inequivocabile: il gesto sportivo può – e anzi deve – essere abbinato a comportamenti ecologicamente corretti.

Non solo: in collaborazione con il WWF Belluno-Feltre, il Gruppo Natura Lentiai e PubblichEnergie, il Gs La Piave 2000 ha voluto legare la 4a edizione della Belluno-Feltre al concetto della mobilità eco-sostenibile in Valbelluna. Con l’auspicio che l’integrazione tra il trasporto pubblico e la realizzazione di percorsi ciclabili tra Ponte nelle Alpi e Feltre porti ad una giusta rivalutazione del territorio e allo sviluppo di una nuova economia locale.

Come pulserà il cuore verde della Belluno-Feltre? Nelle aree di partenza e d’arrivo, oltre che lungo il percorso di gara, domenica 6 marzo, saranno creati dei punti di raccolta differenziata dei rifiuti (carta, plastica, secco, vetro e umido) e i materiali saranno poi smaltiti secondo modalità improntate alla massima tutela ambientale.

L’opera di sensibilizzazione degli atleti, e in generale di tutti i partecipanti alla manifestazione (pubblico compreso), passerà anche attraverso l’utilizzo di auto e moto di servizio dotate di motore elettrico.

Inoltre, nelle piazze di cinque centri toccati dalla corsa – Belluno, Trichiana, Mel, Lentiai e Feltre – verranno posizionati dei gazebo dedicati alla promozione delle energie alternative. Indipendentemente da chi arriverà per primo sul traguardo, la Belluno-Feltre ha già un vincitore: l’ambiente.

Inserita nel nuovo circuito Trivenetorun, di cui rappresenta la terza tappa dopo il Crossroad di Miane (9 gennaio) e la Maratonina Vittoria Alata, che andrà in scena domenica 13 febbraio a Vittorio Veneto, la Belluno-Feltre è ormai entrata nell’ultima fase del lungo conto alla rovescia che ha scandito la marcia d’avvicinamento all’evento.

Le adesioni individuali alla gara di 30 km, in questi giorni, hanno superato quota 300, mentre sono già una trentina le squadre iscritte alla staffetta 3×10 km, grande novità dell’edizione 2011 della Belluno-Feltre.

La prova a carattere non competitivo sui 30 km, la gara dei disabili sulla stessa distanza e l’ormai tradizionale passerella dedicata al Nordic Walking, completeranno il cartellone di una domenica che si annuncia, fin d’ora, di grande richiamo. Da atleta o da semplice spettatore, impossibile mancare.

NON SOLO CORSA: LA BELLUNO-FELTRE SARÀ ANCHE GRANDE NORDIC WALKING

Il 6 marzo spazio pure alla Camminata Nordica. Partenza dal Santuario dei Santi Vittore e Corona, ad Anzù, e poi tutti in marcia verso Feltre. Esercizio di tecnica e stile per due staffette che affiancheranno i podisti nella 3×10 chilometri.
La manifestazione – denominata In Cammino verso le Dolomiti – proporrà un percorso del tutto inedito. La partenza è fissata nei pressi dell’imponente Santuario dei Santi Vittore e Corona, ad Anzù.
I partecipanti percorreranno poi la parte iniziale del suggestivo “Cammino delle Dolomiti”, ideato dalla Diocesi di Belluno-Feltre e, procedendo lungo la campagna di Villapaiera, prenderanno la direzione del centro di Feltre, costeggiando il Monte Telva. Arrivo in via Campogiorgio, così come per la corsa podistica, dopo un tragitto di 12,5 km che non mancherà di stupire i tanti appassionati della Camminata Nordica tradizionalmente presenti alla manifestazione bellunese.

Abbinata al 3° Trofeo Lafuma, “In Cammino verso le Dolomiti” rappresenterà anche la 1^ tappa Sprint dell’edizione 2011 di Nordic Walking in Tour, prestigiosa rassegna in più tappe, a livello veneto, che da tre anni scatta proprio dal Bellunese.

Quest’anno si parlerà di Camminata Nordica anche all’interno del percorso podistico da Belluno a Feltre. Due staffette di walkers – ognuna delle quali composta da due uomini e una donna – parteciperanno infatti alla 3×10 km, offrendo una dimostrazione di tecnica e stile.

Per chi volesse avvicinarsi alla disciplina, è previsto anche un ciclo di lezioni tenuto da istruttori qualificati della scuola italiana di Nordic Walking. Gli incontri si terranno sabato 26 febbraio a Vellai e a Modolo di Castion e, nel Trevigiano, a Biadene e Pieve di Soligo (per informazioni, tel. 0437-753354, dal lunedì al venerdì, dalle 15 alle 18).

Informazioni
Ufficio stampa
Mauro Ferraro
Tel. 338 2103931
www.bellunofeltrerun.it

Segnala errori


*

*

*

captcha